Senza trama e senza finale

cropped-img_1343

 

 

Certo. Credevo fosse più facile scrivere della storia dell’Amico Speciale. Ma no, non pare sia così.

Non è facile perché si sovrappone a un certo periodo della mia vita in cui le cose non sono andate così bene e quel tono di spensieratezza che gli avevo dato all’inizio stona, stride.

Non è facile perché ho tante cose per la testa, tanti forse e tanti ma, sulla mia vita, su di me, e questa storia, così come la sto scrivendo ora, non chiude nessun cerchio.

Però, però…io sento che questo cerchio si sta chiudendo lo stesso, in un modo o nell’altro.

Non trovo più gioia nel parlare della Moonlife.

Ho bisogno di fare una pausa. Di ritrovare la gioia nella scrittura.

Questo blog, non lo nego, ha fatto tanto per me. E forse non solo per me. Ha rallegrato tante delle mie giornate, ha impegnato il mio piccolo neurone tanti pomeriggi, mi ha stimolato, mi ha reso viva, mi ha fatto capire tante cose.

Ma è il momento di fare altro, ora.

Avrei voluto chiudere in un altro modo, avrei voluto dare un bel finale, come nella peggior narrativa, intendiamoci, ma la vita è senza trama e senza finale. E questo blog, dopotutto, è stata una parte della mia vita.

Mi lascio le porte aperte, perché mi piace avere sempre tante possibilità, e quindi lascio tutto qui, non porto nulla in cantina, non faccio scatoloni, ancora non trasloco (anche se non comprerò casa), ma per un po’ resterò a guardare, salutando ogni tanto. E poi vedrò, un domani.

Appena sarò pronta, appena sarà pronta, forse lascerò qui l’ultima storia.

Per ora lascio tanti bellissimi ricordi, buffo come la vita non reale a volte lo diventi, a volte la non realtà, la virtulità, diventa reale e così tra non molto riabbraccerò Adriano, che mi ha sempre letto, uno degli amici più belli di sempre.

Ale, tesoro, so che mollando qui non riceverai più mie notizie in tempo reale, ma ti scriverò più mail, lo prometto, e cercherò di venire da te per le mie ferie, nel paese dei folletti e delle fate. Farò il possibile.

E per tutti gli altri che qualche volta si sono fermati qui: grazie. Avete reso possibile ciò che non lo era, perché si scrive per se stessi, è vero, ma solo se qualcuno potrà leggerlo, il paradosso della scrittura è tutto qui, alla fine. Gesù, come amo i paradossi.

Prima di concludere, però, devo rispondere alla domanda che reggeva in piedi questo blog: ho sconfitto il Censore?

Col cavolo!

Quel dannato essere è sempre lì, anzi, sempre più agguerrito, ma ho iniziato a volergli bene, fa un po’ parte della famiglia. Caro Censore, chissà, alla fine, quante cazzate mi hai impedito di scrivere…

E TDL?

TDL lo vedo ogni giorno. Con lui sono cordiale, ma mi limito al mio lavoro, ho insegnato il suo nome ai miei colleghi, metto da parte per lui il controfiletto migliore come farei con qualunque altro cliente abituale. Alla fine è rimasto, di tanto trambusto, solo questo. Un anno è più che sufficiente, quindi.

Le altre cose che invece sono in sospeso lo resteranno.

Perché, dicevo, la vita è così, senza trama e senza finale.

A Presto Rileggerci.

A.P.R.

14 pensieri riguardo “Senza trama e senza finale

  1. Mi dispiace eri e sei tra le mie letture preferite.
    Spero che ci ripensi.
    Comunque in ogni caso ci tengo a dirti che è stato un piacere conoscerti, anche se virtualmente, e ti auguro tutto il bene di questo mondo.
    Prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno e poi torna.
    un abbraccio.

    Piace a 2 people

  2. Il “mi piace” è solo per il come l’hai scritto. Sul “cosa” avrei messo un “mi dis-piace”, ci fosse il tasto anche per quello. Ma va be’, rimarremo in contatto lo stesso “di là”, però non è la stessa cosa e mi mancheranno i tuoi post. D’altra parte forse è giusto così, come dicono i proverbi, si chiude una porta, si apre un portone, magari sarà davvero così. te lo auguro, amica mia!

    Piace a 2 people

  3. Moon e moonlife certo un po’ mi mancherete, un po’ ti invidio, anche, e sono contento per te perché ecco, io dopo tutto mi affeziono (sembra una cosa da film tipo una scena vista dalla finestra di un orfanotrofio).
    P.S.: Ricordati sempre l’ultimo dei B.P. 2020 :*

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...