Le donne non parlano di sesso

post 79

La giornata è stata impegnativa. Lo è stata a lavoro per via di un paio di tavoli particolarmente esigenti, nonostante la mancia. Lo è stata per il pomeriggio, incastrata tra un appuntamento dall’estetista (sempre lei, sempre la mia Little Boss) e un impacchettamento regali dell’ultimo secondo sennò si perde il treno. Lo è stata perché ho pensato molto a quello che stavo per fare, la sera, ovvero uscire. Non uscire da casa e basta, ma uscire con un uomo, un appuntamento di quelli veri, una cena. E lo accettavo qui, per via di TDL. E ieri, rimanda rimanda, negati negati (per i motivi più diversi), ecco che invece ho detto sì. Le occasioni vanno prese così, in contropiede, le cose vanno provate di nuovo, i dubbi bisogna toglierseli.

Ed ecco che la serata è partita come mi aspettavo, basso profilo, nulla di che. Parliamo di lavoro, delle piccole cose, chiacchere informali che avremmo potuto fare anche al Ristorante. Poi arriviamo nel posto che ha prenotato. E lì, non lo so, è scattata la Moon che è in me. Perché non so come, ma aveva toppato alla grande il ristornatino intimo e aveva beccato un discopub dove dal finestrone riuscivamo a vedere felici coppie over sessanta che ballavano il liscio attorno ai tavoli. Lui, il Tizio Molto Carino, si è rifiutato di entrare: due punti in meno: io stavo già saltellando di gioia all’idea di una serata lì dentro. Già mi immaginavo il dolce vecchietto che, in un attimo di riposo della sua compagna, mi invitava a ballare il liscio. Gesù…sarebbe stata una serata unica, di quelle da cornice. Mi sarei divertita.

Peccato, ha deciso per un posto caldo, carino, ma molto più normale. Dove siamo stati benissimo, per carità, abbiamo chiacchierato ancora del più e del meno, come persone normali. Forse è questo che mi sta stretto: la normalità. Ottimo pesce, ottimo vino, camerieri solerti. Ma io avevo la modalità Moon e non ho resistito: a metà serata, mentre mangiavamo un dolce al punch, sono entrata nell’argomento sesso. Perché, mi dico io, fare tanti giri di parole per dirsi cose che non servono quando sappiamo entrambi che lo scopo della serata è quello? Ora, lasciate stare il fatto che io non posso farloe quindi non ho ancora capito se sono svantaggiata o avvantaggiata. Ma è anche vero che ho assistito a una telefonata con una ragazza con la quale si sta vedendo e ho sentito queste parole: sono a cena con Rossano per lavoro. Siccome eravamo ancora in macchina il naso gli si è allungato tanto che ha sfondato il vetro. Carglass, suggerisco. Quindi è ovvio l’intento, no? Che a me sta anche bene, non è affatto quello il punto. Dopotutto ho detto di sì, ho accettato il fatto che la serata fosse di un certo tipo, non è un’uscita tra amici, si va a vino, niente birrette.

Quello di cui mi sorprendo, ancora, è questo stupore da parte degli uomini per donne che parlano liberamente di sesso. Perché per molte è un tabù. Siamo nel 2018, eppure ci sono ancora donne che pensano che parlare di sesso con un uomo al secondo appuntamento (il primo è stato anni fa, ma vabbè), sia sconveniente.

Ora. Va detto che il Tizio Molto Carino mi piace, ok, ma finisce lì. Non abbiamo argomenti in comune. Secondo me capisce davvero metà delle cose che dico (non è una questione di superbia, ma di riferimenti: io ho dei riferimenti diversi dai suoi. Lui mi ha parlato del linguaggio del suo navigatore nel rally tutta la sera e io me lo sono fatto ripetere spesso per imparare, perché sono curiosa, ma dovessi dirvi qualcosa ora…boh. E io, siccome sono una citazionista, ho sparato citazioni a go-go. Che lui di certo non può aver colto. Non puoi cogliere Russel se non sai chi è Russel. Non puoi cogliere il rally se non fai rally).

Insomma, funziona così, non è solo questione di chimica, perché alla fine la chimica ci poteva anche stare, se non avessi avuto questo blocco momentaneo ci poteva stare anche altro, ma poi … di tutto resta un niente(per citare Tabucchi, appunto).

E io mi chiedo se sono strana io a parlare di sesso a un appuntamento visto che pare non ci siano altri argomenti in comune, o se siano strane le altre a non farlo. Alla fine c’è stato un bacio. Altro no. Ma la libertà con cui ne ho parlato lo ha stupito, e questo ha stupito me. L’onestà tra due persone è così sbagliata? Così fraintendibile? Dobbiamo raccontarci balle a vicenda per quanti, tre, quattro appuntamenti? Cinque?

Alla fine chissà se finirà tutto stasera. È molto probabile, visto che a me rally, palestra, caccia, pesca e tutto quello che a lui piace non mi interessa. Che poi alla fine è questo? Interessi in comune? Non sono convinta nemmeno di questo.

Forse, come ho detto a lui, siamo solo due scarpe spaiate. C’è qualcosa, ma non possiamo capirci. E rimetterci a studiare ora, a quaranta o cinquant’anni… mi sa che non si può.

 

Ma in fin dei conti… destra 3, chiude, 100 vista, più più… no, non ce la faccio a ricordare…

Annunci

20 pensieri riguardo “Le donne non parlano di sesso

  1. Io con uno con cui stavo da un po’ mi sono completamente smontata la volta che è venuto a prendermi con un foulard di seta al collo, annodato e infilato nel colletto sbottonato della camicia al posto della cravatta. Mi ha fatto un effetto così brutto che la parabola discendente è iniziata proprio da lì. Il diavolo è nei dettagli, come si suol dire.

    Piace a 2 people

  2. Io credo che il sesso si faccia, ma parlarne abbia poco senso. Cosa vuoi raccontarti ? Le cose che ti eccitano? Non ne ho idea. Ho solo capito che ad un uomo non piace mai ascoltare la tua esperienza sessuale pregressa , gli piace sicuramente scoprire che magari sei una bomba a letto e che quella miccia l’abbia innescata lui. Non ne faccio una questione di tabù, ma di eleganza. Punto di vista mia ovviamente! 😊

    Piace a 1 persona

    1. Grazie per aver detto il tuo punto di vista, anche se io non lo condivido. C’è molto da dire sul sesso, senza necessariamente scendere nelle esperienze pregresse. E sul fatto di farlo…a volte parlarne lo rende migliore

      Piace a 2 people

  3. Secondo me per parlarne (visto che per tanti è ancora considerato un tabù) bisognerebbe trovare la persona giusta con la quale farlo, ma come si fa a scoprirlo se non se ne parla? 🤔 È il classico cane che si morde la coda, e lo stesso si può dire anche a parti inverse con sempre il rischio di passare per maiali e pervertiti.

    Io a parlarne non ne ho il minimo problema né vergogna, ma le volte che ci ho provato a toccare l’argomento con qualcuna erano occhiatacce sataniche da paura.

    Piace a 1 persona

    1. Ecco, esatto: mi riferivo alle occhiatacce sataniche proprio: perché? Vedi, se tu inizi un discorso sul calcio e a me non va di parlarne mica ti fulmino con lo sguardo. Al più te lo dico, o al limite te lo faccio capire… cosa c’è di sbagliato a parlare del sesso tra due persone adulte?

      Piace a 1 persona

      1. Nessuno, anzi ti dirò di più, è una cosa normale perché vada o non vada alla fine si va a parare sempre lì, e trovo molto più onesto parlarne direttamente che fare i finti puri, casti e bacchettoni che alla prima occasione utile mettono corna a destra e a manca, però in silenzio che la “reputazione” è salva (come se ce ne fosse veramente una da salvare).

        Insomma, io la penso esattamente come te ma a quanto vedo c’è ancora molto pregiudizio sulla questione.

        Piace a 1 persona

  4. Moon…ti sembra argomento un argomento natalizio? Non è una questione di parlare o non parlare …. Il concetto del sesso nell’ essere umano monta una sorta di attesa, alimenta il mistero, crea una scia di piccole traccie emotive che ci accompagneranno. È tutta una questione di emozioni che trasportiamo. Parlarne significa svuotare questo aspetto fantasioso e giungere a determinati momenti…con troppi riferimenti. Ti farò un esempio banalissimo….tanti anni fa esisteva quella romantica prima notte….abbiamo idea di quanta passione si nutriva quella notte?? Il poker non sarebbe cosi bello a carte scoperte…non sarebbe cosi oltre…. Spesso non parlarne alimenta passione. Baci cara Moon

    Piace a 1 persona

      1. Scherzavo…il Moon pensiero anche a natale ha la sua corretta lettura. Credo…ma sto supponendo che parliamo di sesso quando vogliamo annullare o diminuire il valore affettivo che abbiamo per l’altro. Come a voler battezzare sin da subito il valore dell’ altro. Sesso e amore dovrebbero essere la stessa cosa…ma uno differenzia dall’ altro da differenti aspetti nonostante coesistono…i riferimenti per entrambi devono restare inalterati. Riferimenti inteso come la loro natura.È un’argomento molto vasto…molto personale…molto intimo da trattarlo cosi rapidamente…il mio è un parere in questo caso molto personale. Se mi spingo oltre liberamente…ho chiaramente deciso di non dar valore a quella donna…posso sbagliarmi

        Piace a 1 persona

          1. No Moon…no. Non facciamo diventare l’amore una favola…non facciamo che il concetto di coppia sia una visione. È vero…non tutto va come deve andare…ma l’amore esiste
            ..e non dobbiamo pensare che sia una coincidenza. È la modernità a clonare questa brutta situazione. Dobbiamo crederci…dobbiamo alimentare questa idea e non sopprimerla…altrimenti rischiamo di perderla. Il mio no…si rivolge a rafforzare la mia idea…non a farti cambiare la tua…rispetto il tuo credo…ma mi spaventa un po…questo generalizzare. Esiste dopo milioni di sbagli…dopo tantissime lacrime e sacrifici…esiste

            Piace a 1 persona

          2. Mi onora…di esser riuscito a contagiare 1o giorni…devi crederci Moon..devi provare … L’amore è la cosa più bella che esiste in matura….dona equilibrio…energia… impegna tutto di te…anche se stordisce…e spesso delude. Ma esiste e vale la pena rischiare tutto ogni giorno per viverlo. .. Super Moon…

            Piace a 1 persona

  5. Mi viene in mente la volta che a una cena con alcune colleghe ad un certo punto una mi ha chiamata Mella e subito dopo si è scusata: “Scusa, non è che ti chiamo per cognome per tenere le distanze, è che suona come un nome e a volte mi viene da chiamarti così” e io ho risposto: “Ma figurati. Pensa che c’è stato uno che mi chiamava Mella a letto”. Beh, sono rimaste tutte impietrite, imbarazzatissime, non sapevano più dove guardare.

    Piace a 1 persona

  6. dhuahahaha 😀 mi ricordo che quando facevo l’obiettore, BEPPE, col quale avevo condiviso – ma in differita – la medesima classe di scuola (io la lasciavo da bocciato, lui la prendeva da bocciato in altra classe) era un fanatico di questa roba, per cui aveva tutte delle sigle, tipo SE (sinistra entrante? boh, nummericordo) , eccetera. Anzi, faceva “regolarità”, una roba che credo sia noiosetta… tipo fare più chilometri con la stessa quantità di carburante. Cheppalle. Io amo correre in macchina, dalle mie parti non è eccessivamente pericoloso. Non sono un pilota. Ma non so niente di motori, è già tanto se cambio l’olio. Anzi: ora mi viene il sospetto. Se chiedessi a qualunque uomo qui attorno mi direbbe QUANDO, QUANTO, che marca. Sarò gay inside, chettedevodì.
    Nemmeno avrei colto Russel (Bertrandt?) e men che meno Tabucchi. Tuttavia non credo che il citazionismo e il beccazionismo (ti ho beccato: non la capisci, ti ho beccato: l’hai colta) siano indice di intesa.
    Io ad esempio ho una memoria pessima: tendo a ricordare il concetto più che la forma, in alcuni casi. E mai, mai, l’autore.
    Ma potrebbe essere interessante, la citazione. E questo si che fa capire l’intesa.

    Ma veniamo al sodo: il sesso. Vero. Molte donne non ne parlano, confermo. Molte donne se ne parli tu eccovoiuominisietetuttiuguali in una qualche versione. Quindi lo stupore non credo sia per il fatto che ne parli, in sé, ma per la rarità.
    Io ad esempio vedo che è abbastanza più comune tastare il polso alle nuove generazioni che alle vecchie. E che con le vecchie generazioni “tastare il polso” significa “si prosegue a parlare” in contrapposizione unica e netta con “fai schifo, addio”. Proprio niente vie di mezzo. L’argomento sesso diventa possibile solo se sei quasi da sposare. Allora se ne può *parlare*. O magari se si è già fatto. Ma niente, quel tipo di familiarità ha davvero a che fare con l’onestà totale, la sincerità.

    Io mi sono abituato che ormai quando qualcuno mi da l’idea di interessarmi e che potrebbe interessarsi gli scodello tutta la mia schifezza di essere umano. Sono un essere umano e partiamo pure dai difetti. Che mentre te li espongo qualcosa dei pregi – se secondo te lo sono – li vedrai. io li vedo mentre tu fai lo stesso. Mentre mi dici che hai il naso storto magari io vedo un collo da baciare.
    Magari menre mi dici che non ti sai vestire io adoro come lo dici o il modo che hai trovato per dirlo. O mentre mi dici che non ci capisci niente di una certa roba mi dici che ne capisci parecchio di un’altra. E’ solo stando muti che non diciamo niente. E qui volendo potremmo aver citato un film.

    Le ragazze – oggi – parlano molto di sesso.
    Le donne – oggi – ragazze di ieri, ne parlano solo se sono colte, di solito. E se hanno avuto un certo background culturale in famiglia. Siccome di culturale oggi non c’è un granché, la parte “sociale” si concentra sui fondamentali: e meno male.

    Poi ci sono un sacco di casi di “non so se mi posso esporre”: ovverosia tutti quei timori di essere giudicata “una troia” nel modo negativo, accumulata in anni di puttanate, ma subite, portate sulle proprie spalle, sulla propria vita. Si indaga, si cerca di capire “posso? non posso? che stronzo è questo? o non lo è?”

    si, comunque è abbastanza raro: ma per me è un requisito fondamentale. Potremmo non essere interessati alla lettura oppure al rally, ma in una relazione di solito il sesso è centrale. Ed ho imparato che parlarne lo è altrettanto. Prima, dopo, durante, mentre ridipingi casa.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...